Brè Paese

Brè è un caratteristico  paese che ha saputo mantenere la romanticità dell’architettura tradizionaleLa bellezza intrinseca del paese è aumenta dalla collocazione, lungo le sue strade, di opere d’arte di vari artisti, tra cui cito: Aligi Sassu, Gianfredo Camesi, Antonio Lüönd, Marco Prati, l’Iracheno Al Fadhil e altri 20 artisti riconosciuti a livello nazionale ed internazionale. La Via Crucis all’interno della chiesa di Brè è opera del pittore ungherese Jozsef Birò, mentre all’esterno troviamo un affresco di Luigi Taddei. Un percorso naturalistico ed archeologico collega Bré a Gandria.

Storia

Alcuni ritrovamenti archeologici del secolo scorso provano la presenza, sulla montagna del Brè, di popolazioni residenziali già oltre 2000 anni fa.
L’origine dei toponimo Brè è incerta. Le principali forme documentate del nome sono: “de Bre”(1280), “Breh” (1591), “de Brè” (1619); altre voci: “Brech” e “Brek”.
Da alcuni documenti risulta che nel medioevo il convento comasco di S. Abbondio (XI secolo) e la famiglia Rusca di Como (1359) possedevano degli appezzamenti di terreno nel villaggio di Brè. L’antica chiesa dei santi Simone e Fedele che probabilmente risale al medioevo ed é attestata soltanto nel 1591.
Brè diventa parrocchia nel 1622.
Nel 1970 si aggrega con Lugano
Musei

Museo Schmid, http://www.lugano-tourism.ch/it/306/museo-wilhelm-schmid.aspx?idActivity=22&idMod=842

 

Ristorianti

Ristorante Vetta:  +41.91.97-120-45
info@vetta.ch
www.vetta.ch
Osteria Castagneto: +41.91.97-106-97

Vedi sito MONTE BRÈ di Lugano turismo

 

Arte:

Il villaggio di Brè accoglie un museo dedicato al pittore Wilhelm Schmid. La chiesa, il cimitero e le viuzze del nucleo sono ricche di pregevoli opere di artisti locali e di fama internazionale che attirano l’attenzione e l’ammirazione del visitatore.
Particolarmente interessante è il percorso dell’arredo artistico che presenta – sulle pareti delle case e lungo i vicoli e nelle piazzole – i lavori di venti artisti contemporanei.

Artisti originari di Brè

Tra gli artisti (pittori e scultori) del passato, originari di Brè, si ricordano: Pasquale Gilardi detto “Lelèn” che era anche poeta e scrittore in lingua e in dialetto; Luigi Taddei; Julio Taddei Dominguez; Silvio, Pietro e Mario Gilardi.
Sono tutt’ora attivi: Piero Gilardi (scultura, happening, installazione e multimedia); Silvano “Abacuc” Gilardi (pittura, restauro, disegno, affresco, incisione e assemblage); Emilio Gilardi (grafica, manifesto); Claudio Prati (video, performance e computer art); Marco Prati (pittura e scultura); Nadia Sabbioni (pittura, scultura e installazione); Claudio Taddei (musica e pittura); Rossana Taddei (musica); Fausto Tenzi (lirica, tenore); Francesco Gilardi (autore di poesie dialettali).

fonte: luganobrè.ch

Pubblicato in 01 Sentiero da Cadro a Vetta Gazzirola