Denti della Vecchia’s Base

Da Cimadera 1080 m, attraversando su scalinate le poche case del villaggio, si sale a raggiungere una pista forestale per la Capanna Pairolo: il percorso è sempre immerso in uno splendido bosco di faggi fino a varcare la cresta di Albantino, dove si allarga la radura dell’Alpe Pairolo con l’omonimo rifugio 1347 m. Si prosegue su larga traccia salendo al “sentiero svizzero” dei Denti della Vecchia [percorso fatto costruire negli anni ’30 del secolo scorso dal Maggiore Gianola – figura mitica dell’alpinismo ticinese – per permettere il controllo del territorio da parte delle Guardie di Confine], dapprima all’interno di un bosco di mughi e poi in un’umida foresta di radi faggi sparsi fra massi calcarei di frana. Il sentiero si addentra quindi fra le guglie dei Sassi Palazzi procedendo su cenge esposte alla base di pareti percorse da decine di vie d’arrampicata. Un’ultima salita in una sorta di canale erboso conduce al valico del Passo Streccione 1399 m. [Da qui è possibile raggiungere il Sasso Grande 1432 m – punto culminante dei Denti della Vecchia – tramite una breve scalata di II grado in un umido canale-camino e quindi su placca articolata. Meglio usare una corda]. Volgendo al ritorno, si imbocca il poco visibile “sentiero italiano” che, per la gran parte, segue la linea di cresta aggirando la cima delle guglie sul boscoso versante meridionale. Con una breve ed esposta deviazione si raggiunge il culmine piano del Sasso Palazzo 1400 m circa. Tornati alla linea di confine, si prosegue a saliscendi su sentiero di qualità ed evidenza molto variabili, fino al largo passaggio erboso del Passo Pairolo 1406 m. Scendendo in territorio elvetico, si raggiunge in qualche centinaio di metri la Capanna Pairolo. Da qui a Cimadera lungo la via di andata.

Fonte: www.inalto.org/

Palestre di scale:

Posted in 01 Hiking Trail from Cadro to Vetta Gazzirola